L' Acqua by Cadep Impianti

Cerca
Condividi

Vai ai contenuti

Los Daños Causados por el Agua no Potable

SALUD

Visualizza a pieno schermoIndietroPlayAvanti

DAÑOS NO ES AGUA POTABLE EN EL SER HUMANO


Los metales pesados - zinc, cobre, níquel, cromo, aluminio, cobalto, vanadio

Con metales pesados nos referimos a los de metal altamente tóxico para el cuerpo de la incapacidad de este último a su expulsión. Por lo tanto, pueden acumularse en los tejidos hasta alcanzar niveles peligrosos.

Los daños causados por el cuerpo humano de zinc:
En el exceso de radicales, libre desarrolla. Al ser antagónicos al cobre, hierro y calcio, la deficiencia de hierro puede causar anemia y disminución de la ingesta de oxígeno, mientras que la falta de calcio conduce a las enfermedades en el sistema nervioso y los huesos.
Zinc perturbar el sistema inmunológico, y puede ser tomado de agua potable a través de tuberías, recipientes de alimentos y el zinc también está presente en las amalgamas dentales.
El zinc es un cristal de metal puro, insoluble en agua.


Los daños causados por el cobre cuerpo humano:
En exceso, desplaza zinc a partir de enzimas debilita el sistema inmunológico y causa las enfermedades de la piel, las uñas y el crecimiento del cabello, disminuye la energía de la vida y puede provocar largos períodos de fatiga.
Se encuentra en las tuberías de cobre para el agua, utensilios de cocina hechos de cobre o de cobre, con espirales intrauterinos de cobre.


Los daños causados por el cuerpo humano de níquel:
En altas concentraciones reduce la actividad enzimática, la actividad de la ARN-polimerasa y la ATPasa. Puede romper la cadena de DAN, y forma complejos ternarios estables con el ADN y las proteínas. Atraviesa la barrera placentaria.
Fuentes de la contaminación son la contaminación del aire, los alimentos (agua "potable" de leche, cerveza, chocolate, verduras, cigarrillos).

Los daños causados por el cuerpo humano Chrome:
En altas concentraciones la absorción de cromo, lo que puede ocurrir a través de los pulmones, los intestinos y la piel, puede causar trastornos del metabolismo de los hidratos de carbono y lípidos, la aterosclerosis, el aumento de HDL-lipoproteínas, varios tipos de enfermedad pulmonar y las mucosas en general. Si se puede pasar la placenta en forma orgánica.
fuentes de contaminación son el pescado, los mariscos de aire, y el agua contaminados.
Se utiliza como pigmento en pintura, en las copiadoras fotomecánica, como la corrosión en la industria petrolera, en los tintes para textiles y abrillantadores, cintas magnéticas (1200 toneladas anuales).

Los daños causados por el aluminio para el cuerpo humano:
Causa problemas neurológicos como la demencia - la enfermedad de Alzheimer.
Fuentes de la intoxicación son contenedores de alimentos, especialmente si contienen ácido, utensilios de cocina, cubiertos, y un sinnúmero de otras fuentes ambientales.

Los daños causados por el organismo humano cobalto:
Causar alergias y enfermedades autoinmunes.

Los daños causados por el cuerpo humano de titanio:
Causar alergias y enfermedades autoinmunes.

Danni causati dal Mercurio all’organismo umano:
Tra i derivati più inquinanti del mercurio si ricorda il nitrile di metilmercurio o cianuro di metilmercurio, sostanza usata come fungicida nei semi del lino, del cotone e dei cereali.
Il mercurio si può trovare in tre modi diversi: mercurio metallico, mercurio inorganico e mercurio organico.
Il mercurio organico, per esempio il metilmercurio, dopo aver reagito velocemente con i gruppi solfidrici, passa rapidamente attraverso le membrane biologiche in quanto divenuto liposolubile.
Il mercurio metallico è rapidamente ossidato ed i composti organici mercuriali sono anch'essi variamente degradati.
Da tempo è noto da esperimenti in vitro che il mercurio metallico è rapidamente ossidato a Hg++ a livello degli eritrociti ed un intossicazione cronica da questo ione si estrinseca con danni a livello renale, mentre l'intossicazione cronica da inalazione di vapore di mercurio metallico si manifesta anche con danni al sistema nervoso centrale.
Questo apparente paradosso si spiega con il fatto che il passaggio del mercurio in forma liposolubile dal sangue al tessuto nervoso è estremamente rapido.
I composti a breve catena alchilica provocano danni a livello neurologico, mentre i composti inorganici esplicano la loro manifestazione tossica a livello renale.
Il mercurio attraversa rapidamente la placenta, e a seconda della forma chimica, può verificarsi un'uguale concentrazione di questo tossico fra feto e madre.
Contrariamente al mercurio inorganico, quello organico, è assunto prevalentemente per via fecale, tramite secrezione biliare da un lato, ed un esfoliazione delle cellule dell'epitelio intestinale, dall'altro, che spingono il mercurio nel lume intestinale.
Come il piombo, anche il mercurio è tossico a livello di numerosi organi e sistemi i più colpiti dei quali sono il sistema nervoso centrale ed i reni.
Il mercurio provoca effetti strani, quali il tremore, timidezza, insonnia, instabilità emotiva con depressioni ed irritabilità. Nell'intossicazione da metilmercurio intervengono numerosi altri effetti quali paralisi e riflessi anormali.
Altri danni sono rilevabili per l'esposizione cronica a vapori di mercurio, questi sono riassumibili in stomatiti, gengiviti, eccessiva salivazione e sensazione di sapore metallico in bocca.
Possono sopraggiungere poi, in casi di elevate esposizioni, irritazioni polmonari per azione diretta del metallo sugli alveoli.
Nel caso di intossicazione da sali inorganici di mercurio assunti per via orale si verifica infiammazione acuta della bocca, dell'esofago e dello stomaco e in un secondo tempo anche dell'intestino, in quanto il mercurio assorbito tende a localizzarsi in questa mucosa.
Il mercurio inorganico provoca nei bambini, disturbi neuropsichiatrici, effetti periferici vascolari, disturbi sensori alle estremità, stomatiti ed altri segni piuttosto aspecifici.
L’avvelenamento cronico da mercurio, che insorge quando piccole quantità dei suoi sali liposolubili, in particolare il metilmercurio, vengono ingerite per lunghi periodi, causa danni irriversibili al cervello, al fegato e ai reni.
Il mercurio causa patologie al sistema nervoso centrale e periferico.
Fonte di inquinamento: otturazioni dentali in amalgama, che liberando lentamente mercurio raggiungono il cervello, depositandosi nell’ipofisi, causando disturbi ormonali, immunosoppressione ed infertilità.
I suoi vapori sono molto tossici, come i suoi composti, soprattutto organici, per cui veniva usato come fungicida e insetticida prima che se ne scoprisse l'estrema pericolosità.

Danni provocati dal
Piombo all’organismo:

L’ingestione di piombo risulta per l’organismo notevolmente tossica, e causa una forma di avvelenamento dai sintomi caratteristici, detta saturnismo. Tali manifestazioni si verificano soltanto dopo che l’organismo ha accumulato una determinata quantità di questo metallo, e comprendono
anemia, aumento della pressione sanguigna, debolezza, stipsi, coliche e, spesso, paralisi degli arti a livello dei polsi e delle caviglie. Il piombo può inoltre provocare fenomeni di amnesia, ovvero di perdita della memoria; se l’avvelenamento colpisce bambini, può ritardarne lo sviluppo motorio e causare problemi all’udito e all’equilibrio. Il trattamento dell’avvelenamento da piombo include la somministrazione di un sale del composto detto EDTA (acido etilendiamminotetracetico): questo sale, il calcio disodio etilendiamminotetracetato, reagisce con il piombo; ciò determina la formazione di un complesso piombo-EDTA (azione chelante), che precipita e viene espulso mediante l’urina.

Danni provocati dal Cadmio all’organismo:
Un accumulo di cadmio nel fegato e nei reni porta a danno dell'organo.
Operai esposti ad
alte dosi di cadmio spesso sviluppano cancro alla prostata, polmoni e pancreas.

Danni provocati dal Vanadio all’organismo:
Il vanadio può avere un certo numero di effetti su salute umana, quando l'assorbimento è troppo alto e può causare bronchite e polmonite. Gli effetti acuti del vanadio sono irritazione di polmoni, gola, occhi e cavità nasali. Altri effetti sulla salute derivanti da assunzione di vanadio sono: malattie cardiache e vascolari, infiammazione di stomaco e intestino, danneggiamento del sistema nervoso, sanguinamento di fegato e reni, eruzioni cutanee, severo tremore e paralisi, sanguinamento del naso e mal di gola, indebolimento, malessere e mal di testa, stordimento, mutazioni comportamentali, I segni ed i sintomi di sovresposizione includono; congiuntivite, nasofaringite, tosse, respiro affaticato, battito del cuore accelerato, cambiamenti polmonari, bronchite cronica, pallore della pelle, lingua nera-verdastra ed eruzioni cutanee allergiche, Il vanadio in alcuni casi può causare l'alterazione del DNA.

HOME | LA EMPRESA | PRODUCTOS | CONTACTO | NOTICIAS | NEWS | CITAS | SALUD | Mappa del sito

L'Acqua by Cadep Impianti © 2010 All rights reserved

Torna ai contenuti | Torna al menu